polizia-di-statoNella giornata di ieri, gli agenti della Squadra Mobile hanno arrestato un ventenne ragusano che consumava da diversi mesi rapporti sessuali con una bambina di 12 anni. L’operazione della Polizia è scaturita in quanto una madre, denunciava l’allontanamento da casa della piccola. Dalle indagini condotte sin dai primi istanti dagli Agenti della Polizia di Stato, emergeva che la bambina si era recata presso l’abitazione del ventenne in quanto al momento era agli arresti domiciliari per aver commesso vari reati.

I due avevano iniziato una relazione attraverso il social network Facebook, e da li a poco il ventenne era riuscito a far innamorare la bambina, conoscendola di persona in un centro commerciale di Ragusa, a tal punto che quando il giovane viene arrestato, la ragazzina, si determinava ad andarlo a trovare all’insaputa dei genitori.

Agli Agenti della Squadra Mobile, dall’attività d’indagine emergeva altresì che il giovane stava maturando l’idea di fuggire all’estero con la bambina. Su richiesta della madre, la piccola veniva sottoposta a visita ginecologica che escludeva la violenza ma confermava i probabili rapporti sessuali già consumati.

Il soggetto sottoposto a fermo di indiziato di delitto, dopo le formalità di rito è stato condotto presso il carcere di Ragusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, i suoi familiari inoltre, venivano denunciati per sottrazione consensuale di minore, grazie all’intervento  della Polizia di Stato veniva affidata ai genitori.

Dario Lo Cascio

StrettoWeb