I pinoli non sono esattamente economici e, proprio per questo, due fratelli di Piazza Armerina, di 51 e 54 anni, hanno pensato di andare in trasferta a Ragusa e ricavare quanto più possibile con il furto di alcune pigne. I due sono stati scoperti dagli agenti dell'Ufficio Volanti della Questura di Ragusa mentre staccavano centinaia di pigne dal verde pubblico e sono stati arrestati in flagranza di reato per furto aggravato in concorso e possesso ingiustificato di armi improprie.

In seguito ad una perquisizione nella loro avutovettura sono state rinvenuti 5 sacchi stracolmi di pigne, per un peso totale di oltre 200 chili, da cui avrebbero ricavato pinoli in grado di fruttare diverse centinaia di euro. Sempre all'interno dell'automobile sono stati trovati un coltello dalla lama di 12 centimetri e un grosso bastone in legno. Per i due sono scattate le manette, con le accuse di furto aggravato in concorso e possesso ingiustificato di armi improprie. Le pigne sequestrate sono state affidate alla polizia municipale di Ragusa.

Fonte: Corriere di Ragusa