Uno studio britannico ha dimostrato che, modificando gli orari di colazione e cena, si può incrementare la riduzione del grasso corporeo: "dimagrire con l'orologio", dunque sarebbe possibile. Secondo quanto riferito sul Journal of Nutritional Sciences, posticipando l'orario della colazione e anticipando quello della cena di 90 minuti, senza alterare la normale alimentazione, in 10 settimane si perde il doppio del grasso corporeo, rispetto a chi non segue questi accorgimenti.

È possibile che l'orario dei pasti abbia un'influenza positiva sul metabolismo degli individui, ma gli scienziati hanno notato che restringere il tempo in cui si è liberi di mangiare durante il giorno si collega anche a una riduzione complessiva del cibo consumato.

"Per quanto piccolo, lo studio fornisce informazioni preziose su come piccole alterazioni negli orari dei pasti possono avere benefici per il nostro corpo – sostiene l'autore del lavoro Jonathan Johnson. La riduzione del grasso corporeo diminuisce il rischio di obesità e malattie correlate, quindi è vitale per migliorare la nostra salute globale".