Valentina Tarallo, studentessa di origine italiane di 29 anni, è stata uccisa a Ginevra nella tarda serata di ieri, mentre rientrava a casa, nel corso di una rapina nel quartiere degli ospedali universitari. La vittima frequentava un dottorato di microbiologia molecolare nella città elvetica: è stata colpita alla testa con una spranga di ferro, da un uomo che l'ha aggredita per strapparle la borsetta. Ne dà notizia il sito online svizzero Le Matin

Secondo le prime ricostruzioni l'aggressore avrebbe origini africane, sarebbe alto circa 1,90 ed è al momento in fuga: la polizia locale ha lanciato un appello agli eventuali testimoni. In seguito all'episodio sono subito stati informati i genitori della giovane, che si trovavano in Puglia e sono partiti per portare la salma in Italia.