La polizia ha arrestato a Noto il 39enne Gianluca Raeli, con l'accusa di tentato omicidio. La vittima della violenta aggressione è un ultracinquantenne, suo ex suocero, sorpreso nel sonno e colpito con calci e pugno: l'uomo ha perso conoscenza ed è attualmente ricoverato in prognosi riservata all'ospedale di Avola.

Gianluca Raeli è già conosciuto dalle forze dell'ordine e sottoposto all'obbligo di firma. Nel corso del pomeriggio di ieri ha fatto irruzione in casa dell'ex suocero e lo ha aggredito con violenza. Nell'abitazione era presente anche una delle figlie, minorenne, che è fuggita terrorizzata chiamando la polizia. L'aggressore è poi fuggito e ha incrociato per strada l'ex fidanzata, minacciandola di morte. 

Raeli è stato rintracciato nella sua abitazione, dove è stato trovato con ancora i vestiti sporchi di sangue. Il movente sarebbe riconducibile ad alcuni dissaporti seguiti alla fine della relazione con la figlia dell'uomo aggredito. Attualmente, l'uomo è in prognosi riservata per ematoma cerebrale. L'aggressore è stato condotto in carcere: deve rispondere del reato di tentato omicidio premeditato e pluriaggravato.