È giallo sul maglione di Eligia Ardita, l'infermiera siracusana uccisa nella sua abitazione lo scorso 19 gennaio. La salma è stata riesumata nella giornata di ieri e i magistrati sospettano che proprio in quell'indumento (trovato addosso alla vittima nella sera del delitto) vi siano tracce organiche riconducibili ai complici del presunto assassino, Christian Leonardi, marito della donna. Leonardi è indagato per omicidio volontario e si trova attualmente detenuto nel carcere di Siracusa.

La famiglia della donna era certa del fatto che il maglione si trovasse all'interno della bara, ma non c'era. Nel corso delle operazioni erano presenti i carabinieri del Ris di Messina e il medico legale incaricato dalla Procura, Orazio Cascio. Nella bara sono stati rinvenuti altri indumenti e due foto del marito: per l'uomo, la Procura di Siracusa ha annunciato la richiesta del giudizio immediato.