ROCCAMENA (PALERMO) – A causa del pericolo di crolli, è stato chiuso il cimitero di Roccamena, in provincia di Palermo. È venuta giù la pensilina a salvaguardia del corpo di fabbrica all’interno del quale ci sono decine di loculi, disposti in altezza su tre file, realizzati tra gli anni '60 e '70.

Il responsabile del servizio Ambiente e protezione civile del Comune di Roccamena, a tutela dell’incolumità pubblica, ha firmato alla vigilia di Ferragosto un'ordinanza di inagibilità temporanea. Dopo un primo sopralluogo effettuato dai tecnici comunali, si è verificato nel manufatto un "cedimento strutturale dovuto sia alla vetustà che alla esecuzione non rispondente alla perfetta regola d’arte".

La chiusura è stata decisa perché nel cimitero sono presenti altri loculi realizzati allo stesso modo. Nel frattempo, però, i cittadini protestano perché non possono far visita ai defunti. Il sindaco Tommaso Ciaccio assicura che entro la settimana una ditta farà altre verifiche e al più presto verranno eseguite le opere.