Sarà di 25,9 milioni di euro il contributo destinato alla Sicilia previsto dal Piano nazionale per la prevenzione del rischio sismico. L’Isola, insieme a Calabria e Campania, è tra le regioni più vulnerabili e pericolose. Ieri due scosse hanno colpito le Madonie dopo il terremoto di venerdì nel Messinese.

[Continua la lettura dell’articolo]