La polizia ha arrestato a Palermo una donna di 60 anni, D.C.S, dipendente di una casa di cura, con l'accusa di furto aggravato e continuato. Grazie all'utilizzo di supporti tecnologici è infatti emerso che si intrufolava nelle stanze degli ospiti di una casa di cura, per rubare soldi e gioielli. Le telecamere l'hanno sopresa mentre apriva un cassetto per sottrarre una banconota e un paio di orecchini.

Ad accorgersi dei furti sono state le suore che gestiscono la struttura, che hanno segnalato la vicenda alle forze dell'ordine. Gli agenti hanno identificato in breve tempo la responsabile, che aveva accesso alle stanze a tutte le ore. Per mettere a segno i colpi, approfittava dei momenti in cui gli ospiti erano impegnati in attività ricreative. In casa aveva anche altra refurtiva.