Ennesimo capitolo della saga "ladri maldestri". Stavolta è il turno di un ragazzo che ha dimostrato di non avere grande dimestichezza con gli account di Facebook altrui (o che, forse, è semplicemente stato un po' distratto). Nicola Shelton, in vacanza a Byron Bay (località turistica in Australia) ha perso la borsa, con dentro portafogli, carte di credito, documenti e iPhone.

Dopo mesi (e dopo la denuncia) aveva perso ogni speranza di rientrare in possesso dei suoi averi, quando è accaduto qualcosa che non poteva neanche immaginare. Qualcuno, infatti, ha postato un uno scatto dal suo account di Facebook: per essere precisi, quel "qualcuno" aveva appena condiviso un selfie, scattato proprio con il suo iPhone.

Dopo lo stupore iniziale, ha ripostato la foto, con questa didascalia: «Quindi questa è la pessima persona che ha rubato la mia borsa e il mio iPhone e ha deciso di farsi una foto con il mio telefono e condividerla sul mio profilo di Facebook! La borsa è stata rubata a Byron Bay, il 14 febbraio, per favore condividete!».

L'immediato passaparola virtuale ha avuto successo. Dopo circa 20.000 condivisioni, Nicola è stata contattata dal ragazzo ritratto nella foto  (che ha consegnato l'iPhone alla polizia), che le ha spiegato di aver comprato il telefono da una terza persona, senza sapere che questo fosse stato rubato.

«Sono davvero colpita dall'aiuto ricevuto da persone che non conosco nemmeno – ha detto Nicola -. Sono felice di aver riavuto il mio telefono indietro».