Attenzione ai siti che utilizzate per acquistare biglietti aerei: Ryanair ha messo in guardia i clienti italiani da alcuni siti web impostori risultanti dalle ricerche su Google, raccomandando di utilizzare direttamente il portale della compagnia (Ryanair.com) per trovare le tariffe migliori. Lo riporta Today.it.

"Google permette a siti web screenscraper come Fly-Go di utilizzare sia la pubblicità su Googleadverts per  posizionarsi fra i primi risultati di visualizzazione nella ricerca su Google di voli Ryanair, sia di utilizzare il falso sottodominio “www.ryanair.pucfly.com” per fuorviare i consumatori inducendoli a pensare che stanno prenotando un volo con Ryanair".

Il sito Fly-Go non ha alcun legame con Ryanair, e "offre tariffe che non esistono aggiungendo costi nascosti che comportano il pagamento da parte del consumatore di somme molto più alte di quelle che avrebbe pagato sul sito web di Ryanair". L'Autorità Garante per la Concorrenza ha avviato un'inchiesta su Fly-Go per concorrenza sleale e Ryanair ha scritto all'Autorità. La compagnia ha anche sporto formale denuncia nei confronti di Google e ha anche "lanciato un nuovo appello a Google per rafforzare la trasparenza sulla pubblicità online a seguito dei numerosi reclami da parte dei clienti Ryanair ricevuti dopo l’acquisto di voli su siti web screenscraper, pensando di effettuare l’acquisto su Ryanair.com".

Ryanair ha avviato un procedimento presso l'Alta Corte Irlandese contro Google e il sito screenscraperDreams, lo scorso dicembre, onde evitare di fuorviare i clienti con false tariffe Ryanair: "Ryanair non ha nessun problema con Google in merito alla sua vendita di spazi pubblicitari o verso quelle agenzie di viaggi online che mostrano in maniera trasparente le basse tariffe di Ryanair, e ha già in corso un certo numero di accordi di licenza con siti come SkyScanner, Trip Advisor, Momomdo e Dohop".