I carabinieri della Compagnia di Taormina, dopo un lungo e rischioso intervento, hanno tratto in arresto Angelino D'Agostino, 46 anni (in foto), residente a Letojanni. L'uomo si trovava agli arresti domiciliari e gli era stato applicato il braccialetto elettronico per monitorarne gli spostamenti ma, nella serata di martedì, è pervenuta comunicazione di uno spostamento non autorizzato.

Una pattuglia si è recata presso l'abitazione e qui i militari hanno verificato che l'arrestato aveva lasciato la sua casa per recarsi in una palazzina separata e attigua. A questo punto, però, la casa dell'uomo è stata perquisita ed è stato rinvenuto un contenitore con 35 grammi di marijuana: D'Agostino è andato su tutte le furie, minacciando i militari con un coltello e una roncola, quindi ha manifestato intenti autolesionistici.

Dopo una trattativa molto impegnativa, tutto è tornato alla normalità. L'arrestato è stato accompagnato in caserma e poi precauzionalmente affidato alle cure dei sanitari. Mercoledì, a seguito della condalita, l'arrestato è stato condotto in carcere in attesa della scadenza dei termini a difesa.