Gli immigrati approdati stamani sul litorale di Sampieri, in occasione dello sbarco costato la vita ad almeno 13 persone, sono stati presi a colpi di cinghia dagli scafisti e costretti a lanciarsi in mare. Lo ha raccontato uno dei bagnini che hanno assistito alla tragedia e che sono intervenuti per soccorrere i naufraghi.

[Continua la lettura dell’articolo]