03030303Un giubbino rosso con all’interno un mucchietto di ossa è il macabro ritrovamento degli ultimi giorni. I genitori sono convinti che quel capo appartenga alla figlia, scomparsa lo scorso 9 aprile da casa della madre dove viveva dopo una lite col marito.

Il medico legale, intanto, ha fornito un primo parere sulle ossa dopo un esame tecnico e ritiene che non appartengano alla giovane di 27 anni, madre di due bambine. Le ossa, in apparenza bruciate, sarebbero troppo piccole. Ma si attende comunque una pronuncia del medico dopo un’analisi più approfondita.

Dopo il ritrovamento, avanzano le prime ipotesi: uno scherzo di cattivo gusto o un depistaggio, magari della stessa Concetta? La famiglia, che si è rivolta al programma Chi l’ha visto?, attende risposte.