Arrestate a Palermo 9 persone, nell'ambito di una vasta operazione antidroga dei carabinieri. L'indagine "Alveus" era partita nel 2011 con il coordinamento della Procura della Repubblica: gli indagati sono accusati di spaccio di hashish, marijuana, cocaina ed eroina nel quartiere di Falsomiele. Oltre ai 9 arresti, sono anche state notificate 8 misure cautelari non detentive. Pare che nel quartiere della periferia di Palermo fosse operativo un vero e proprio ipermercato della droga, che non solo veniva ceduta al dettaglio, ma anche tagliata e rivenduta in tutta la Sicilia.

Le indagini, attraverso intercettazioni telefoniche ed ambientali hanno consentito di documentare centinaia di "transazioni": 71 persone sono state segnalate alla prefettura come consumatori di sostanze stupefacenti, 31 spacciatori sono stati arrestati in flagragranza e sono stati sequestrati 5,7 chili di droga, tra hashish, marijuana, cocaina ed eroina. Emerse anche precise modalità per la gestione delle attività illecite: pare che alcune "vedette" presidiassero le vie dello spaccio, pronte a segnalare ai pusher l'eventuale presenza di agenti delle forze dell'ordine, e che per le comunicazioni telefoniche venissero utilizzate apposite schede. 

Ecco i nomi delle persone arrestate: Gioacchino Stassi, Vincenzo Cucuzza, Salvatore Bisiccè, Bruno Calderone, Giuseppe Labruzzo, Gregorio Ribaudo, Antonio Persico, Francesco Lo Nardo, Vincenzo Ribuzza.