Continua a infuriare la polemica per il "caso" Selvaggia Lucarelli-Gela. In un lungo post pubblicato sul suo profilo Facebook, la nota blogger e scrittrice ha annunciato provvedimenti. Ecco il post per intero:

Una decina di giorni fa, durante il mio programma su M2o, ho detto: "Gela non è bellissima". Testuale. Nulla di più. Da quel momento hanno cominciato a fioccare insulti sulla mia pagina twitter, fb e instagram (non tantissimi per fortuna). Un assessore locale s'è scomodato a dichiarare alla stampa che avevo detto una cretinata e così via. Non voglio soffermarmi sui tanti argomenti che si potrebbero sollevare (Gela città è devastata da abusivismo edilizio e mille altri problemi che non si possono riassumere qui ma che gli abitanti conoscono bene, questione Eni in primis), ma ribadisco che non è una città bellissima (e sono generosa) e che ho tutto il diritto di dirlo. (parlo della città da un punto di vista urbanistico, non del territorio).

Detto ciò, mi va benissimo che i gelesi difendano la loro città. Va meno bene che domenica venga esposto questo striscione nella curva del Gela calcio. Che il forum del Gela calcio lo posti con fierezza. Che nessuno durante la partita lo abbia fatto rimuovere (l'arbitro sarebbe obbligato a sospendere la partita) , nonostante mi siano stati segnalati anche cori che lo accompagnavano.

Ora, se pensate di passarla liscia avete sbagliato indirizzo. Visto che per questa condotta delle curve esistono sanzioni ( l'Inter s'è beccata 50 000 euro di multa per cori contro Balotelli ma gli esempi sono innumerevoli) e nessuno mi ha chiesto scusa, segnalo il tutto alla Lega nazionale dilettanti e al suo presidente Antonio Cosentino, nonchè al presidente lega calcio della regione Sicilia Santino Lo Presti con cui ho parlato stamattina in radio e che ha dichiarato che ora segnalerà il tutto alla procura federale. "Questi sono episodi che hanno a che fare con la violenza", ha dichiarato.

A nome di tutte le donne che nel 2016 non sono libere di esprimere un'opinione senza che arrivi qualcuno ad apostrofarle con "puttana" "troia" e così via, su questa cosa vado fino in fondo.
Per il resto, mi spiace per i gelesi civili che domenica erano allo stadio per festeggiare la promozione in serie D, ma sono certa che insegnare la civiltà a certe bestie sia anche nel loro interesse.
Vi terrò aggiornati.