La ventenne Courtney Whithorn, circa 4 anni fa, ha preso la cattiva abitudine di mangiarsi le unghie, soprattutto nei momenti di stress. Consapevole del fatto che fosse una pratica tutt'altro che positiva, ha cercato in ogni modo di nasconderla, soprattutto alla sua famiglia. Per anni ha indossato unghie finte, ma mangiarsi le unghie l'ha messa in serio pericolo di vita. Courtney, infatti, ha sviluppato una forma di cancro alla pelle, chiamato acral lentiginous melanoma subungua, una forma piuttosto grave.

«Quando ho scoperto che mordermi le unghie era stata la causa del cancro, sono andata in pezzi. Se penso a tutte le persone che si mangiano le unghie mi sembra assurdo essere arrivata a questo punto». La ragazza si è sottoposta a dei controlli medici quando la sua unghia del pollice, quasid  inesistente in realtà, iniziava a diventare nera. Dalla biopsia  è emerso che aveva il cancro.

Quando il medico ha capito che la situazione era drammatica, è apparso purtroppo evidente che sarebbe stata necessaria l'amputazione del dito. Ora Courtney sta meglio, ma per almeno 5 anni dovrà sottoporsi a controlli regolari per controllare la malattia: «All'età di 11 anni ero al liceo e sono stato vittima di bullismo cronico, il morso delle unghie è diventato un meccanismo di difesa per me», ha spiegato.