PALMA DI MONTECHIARO (AGRIGENTO) – Dopo la tragedia di Rosolino Sagona, bambino morto orribilmente (leggi qui), la stessa tragica sorte è toccata a Francesco Schembri, 51enne di Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, il quale è morto all'ospedale di Cannizzaro di Catania.

La dinamica è praticamente identica a quella di Rosolino. L'uomo si è ustionato mentre cercava di accendere un fuoco con una bottiglietta di alcol che gli è esplosa tra le mani. Schembri ha riportato ustioni sul 50% del corpo e dopo oltre un mese di agonia è morto.