Ieri notte, martedì 23 agosto, ha varcato lo Stretto, arrivando a Messina, il primo dei 22 nuovi treni ibridi Blues acquistati dalla Regione Siciliana. Ora alcuni test prima della messa in esercizio per i viaggiatori.

Ad accogliere il convoglio l’assessore regionale alle Infrastrutture e ai Trasporti Marco Falcone, insieme ai tecnici di Trenitalia e Hitachi.

“Cinque anni fa – ha ricordato l’assessore – non vi era alcuna prospettiva per il trasporto ferroviario in Sicilia, parlare di utilizzo dei treni era quasi umoristico. Oggi abbiamo già in funzione ben 24 nuovi treni elettrici ‘Pop’ a cui si aggiunge da ieri notte la nuova tranche di treni hybrid Blues diesel-elettrico voluti dalla Regione con un investimento di oltre 300 milioni di euro. Avevamo detto che avremmo rinnovato il materiale rotabile della Sicilia è così è stato: la nostra Regione ha adesso una flotta fra le più giovani d’Italia con una cinquantina di treni nuovi di zecca”.

“Abbiamo voluto i ‘Blues’ per migliorare il servizio anche sulle tratte più disagiate come quelle non elettrificate del Trapanese o del Ragusano. Useremo lì – ha concluso – questi moderni treni, per alzare gli standard malgrado i binari siano fermi a cinquant’anni fa”.

Sempre Falcone, su Facebook, ha dichiarato: “Benvenuto, Blues! Appena giunto a Messina il primo dei 22 nuovi treni ibridi che abbiamo acquistato per la Sicilia, siamo venuti ad accoglierlo. Impegno mantenuto. Ve lo avevamo già preannunciato, useremo i treni Blues elettrico/diesel per migliorare il servizio sulle tratte più penalizzate dell’Isola, come quelle non elettrificate nel Trapanese, nel Nisseno e nel Ragusano. Malgrado i limiti infrastrutturali, dunque, innoviamo per davvero il trasporto su ferro e diamo risposte ai viaggiatori. Entro poche settimane lo vedremo in giro, poi arriveranno gli altri. Facciamolo sapere a tutti, condividiamo il più possibile”.

logo-img
La redazione di siciliafan.it si impegna contro la divulgazione di fake news. La veridicità delle informazioni riportate su siciliafan.it viene preventivamente verificata tramite la consultazione di altre fonti.
Questo articolo è stato verificato con:
    Chiedi la correzione di questo articoloValuta il titolo di questa notizia