coltello-omicidioNel giro di 24 ore si sono consumati due omicidi in Sicilia. Il primo è accaduto a Grammichele, in provincia di Catania, dove, sabato sera, un 18enne ha accoltellato mortalmente il compagno della madre. La vittima, un rumeno di 40 anni, è stata soccorsa, ma a nulla è servita la corsa all’ospedale di Caltagirone. A causare il gesto, sarebbe stata la gelosia del ragazzo che non accettava la relazione tra la madre e l’uomo. Dopo il delitto, il 18enne è stato arrestato e rinchiuso nel carcere calatino. Il secondo omicidio si è verificato a Gela, in provincia di Caltanissetta, dove un lavoratore metalmeccanico occasionale, ha ucciso a coltellate il fratello di 28 al culmine di una violenta lite. Secondo alcune testimonianze, i rapporti tra i due fratelli non erano sereni, fino a quando è avvenuto lo scontro di ieri.  L’omicida ha ferito il fratello colpendolo alla gola con un coltello non lasciandogli scampo. All’arrivo dell’ambulanza l’uomo, sposato e padre di una bambina, era già morto. L’assassino, che ha ammesso le sue responsabilità, è stato arrestato dai carabinieri giunti sul posto.