SIRACUSA – Si preannuncia una vera e propria svolta dopo l'orrore di Siracusa. Un video non ancora trovato sarebbe stato girato per riprendere la bravata di Andrea Tranchina, 18 anni, e Marco Gennaro, 19, entrambi in carcere con l'accusa di omicidio in concorso. I giovanissimi erano entrati nell'abitazione di via Servi di Maria, per dare fuoco a Giuseppe Scarso, 80 anni, uno dei loro bersagli preferiti (leggi qui).

Al gruppetto di bulli non bastava più tirare i sassi o le uova contro le finestre di casa dell'anziano, come aveva fatto fino ad allora. Quella sera, secondo la ricostruzione degli inquirenti, Andrea e Marco decidono di diventare ancora più cattivi. Con in mano la bottiglietta di alcol entrano nella casa; Gennaro ha il cellulare in mano e riprende la scena, scatta una foto a quell'anziano che dorme. Poi inizia il video: Tranchina getta dell'alcol sui capelli e accende il fuoco con l'accendino. Scarso comincia ad agitarsi e a urlare…