Dopo una lotta andata avanti per mesi, si è spenta Benedetta Carroccio, 48enne di Acquedolci che sarebbe stata affetta dalla 'malattia di Creutzfeldt-Jacob', comunemente nota come variante umana del 'morbo della mucca pazza'. La donna, ex infermiera professionale dell'ospedale di Sant'Agata Militello, ha combattuto per 18 mesi contro la malattia: i primi sintomi comparvero nel maggio del 2014 e le sue condizioni precipitarono repentinamente, fino a renderla completamente immobile e non ricettiva nei confronti degli stimoli esterni. Il marito intraprese anche un'azione legale.

La 48enne aveva necessità di assistenza continua, ma non le fu riconosciuta dall'Asp 5 di Messina l'indennità per le cure e l'assistenza prevista dalla legge. A determinare il diniego sarebbe stata la diagnosi dell'Istituto superiore della Sanità che classificava il suo caso come «malattia di Creutzfeldt-Jacob sporadica probabile» e non come «variante acclarata del cosiddetto morbo della mucca pazza»: per questo motivo non sarebbe rientrata nella casistica suscettibile di indennizzo. 

Fonte: Giornale di Sicilia