Tira un calcio a un cane, poi stacca un pezzo di orecchio a morsi a un uomo che lo rimprovera. La vicenda è avvenuta a Bagheria, lo scorso 6 aprile, e adesso la polizia ha rintracciato il responsabile, arrestandolo. Sono scattate le manette per un bagherese incensurato di 47 anni, G.G., che deve rispondere del reato di lesioni personali gravissime nei confronti di un concittadino di 50 anni.

L'uomo, in seguito all'aggressione, è stato portato in ospedale per permettere ai medici di ricucirgli il lobo, raccolto da terra dopo la colluttazione. Tutto è avvenuto in viale Sant'Isidoro, nella zona del cimitero. La vittima stava passeggiando in compagnia di un amico, quando ha notato il 47enne che stata assestando un calcio sul muso di un randagio. Avvicinandosi al cane dolorante, il 50enne ha detto: «Ma così si trattano gli animali?».

Dalle parole si è passati ai fatti e nel corso della colluttazione G.G. ha affondato i denti sull'orecchio del cinquantenne, per poi fare perdere le proprie tracce. Gli agenti hanno ascoltato il racconto della vittima e hanno avviato le ricerche per rintracciare l'aggressore, cui alla fine è stato dato un volto.