PALERMO – "Basta, stare qui è impossibile, vado via da Palermo": sono le parole amareggiate del pittore Alessandro Bazan, che ha annunciato di voler cambiare città dopo due furti, l'ultimo dei quali allo studio di piazza Garraffello, alla Vucciria. Bazan insegna pittura all'Accademia di Belle Arti del capoluogo siciliano.

In un'intervista pubblicata su Repubblica Palermo ha spiegato le ragioni della sua scelta: la sua è una decisione definitiva, sulla quale ha molto pesato l'ultimo furto subito allo studio. "Sono entrati e hanno rubato tutto quello che potevano portare via, i colori, strumenti musicali, la batteria – si legge-".

C'è molta delusione nelle parole del pittore: "La bellezza della città è chiaramente innegabile. Passando da Palermo rimani affascinato, anche tanti amici miei hanno comprato una casa o tornano spesso. Ma di passaggio è un'altra cosa, viverci è molto difficile, e lo dico da palermitano. Già gli amici che per ristrutturare la casa acquistata si stanno trovando ad affrontare le difficoltà dei lavori stanno affrontando problemi e situazioni molto complesse, lungaggini. Qualcuno forse rivenderà senza aver ristrutturato, ha cambiato idea".