(w.g.) Il boss Matteo Messina Denaro, insieme ai corleonesi, fu il mandante delle stragi di Capaci e di via D'Amelio, in cui furono uccisi i giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, insieme a Francesca Morvillo e agli agenti delle scorte, avvenuti rispettivamente il 25 maggio e il 19 luglio del 1992.

Lo ha accertato la DIA (Direzione Distrettuale Antimafia) di Caltanissetta che ieri ha eseguito l'ordinanza di custodia cautelare, emessa dal Gip di Caltanissetta, ai danni del criminale di Castelvetrano, ancora latitante.