Il miele potrebbe essere un ottimo alleato contro i "superbatteri" resistenti agli antibiotici. A rivelarlo, uno studio condotto all'università di Sidney. Molti di questi pericolosi microorganismi non sabrebbero ancora riusciti a sviluppare una resistenza contro le proprietà medicinali dell'alimento prodotto dalle api. Alla base dei benefici protettivi del miele ci sono le piante di cui si nutrono gli insetti, i cui principi attivi vengono trasferiti nel fluido zuccherino.

I ricercatori hanno preso in esame diverse tipologie di miele, evidenziando che, in presenza della sostanza, in condizioni in cui si sarebbe normalmente sviluppata la cosiddetta antibiotico-resistenza, essa non è invece emersa. La ricerca è molto importante perché entro il 2050 milioni di persone potrebbero perdere la vita proprio a causa delle resistenza ai farmaci sviluppata dai microorganismi patogeni.