Sono due palermitani di appena 21 e 23 anni i due allievi all'ultimo anno della scuola di polizia di Brescia indagati per violenza sessuale di gruppo ai danni di una turista tedesca di 19 anni. Il dramma sarebbe avvenuto la notte fra sabato e domenica in un albergo di Rimini. I due giovani sono stati messi sotto indagine dal sostituto procuratore di Rimini Davide Ercolani dopo l’esito dei primi accertamenti della squadra mobile della questura del capoluogo romagnolo. Entrambi gli indagati negano ogni tipo di violenza. Sono stati sentiti dagli investigatori ed entrambi hanno ammesso di aver avuto con la turista un rapporto sessuale, ma consenziente.

Secondo quanto ricostruito dagli agenti, la ragazza era in compagnia di due sue amiche e venerdì sera ha incontrato i due allievi di polizia. Il giorno dopo lei con le sue amiche e i due ragazzi si sono intrattenuti in camera d'albergo prima di separarsi: le amiche sono andate vie mentre la ragazza è rimasta con uno dei due giovani. Quando poi è tornato in stanza l'altro ragazzo si sarebbe consumata la violenza. La 19enne, partita lunedì con le due amiche per la Germania, sarebbe riuscita a divincolarsi e correre in camera sua. In seguito la denuncia per violenza sessuale. Per i due palermitani, intanto, è stata avviata la procedura di sospensione dalla Scuola allievi agenti di polizia.