Tenta di lanciare la madre dal balcone dopo averla massacrata di botte. Momenti di pura follia ieri sera a Palermo, tra le 21 e le 22. Come racconta il sito "PalermoToday", F.R., un 25enne già ai domiciliari, dapprima avrebbe sferrato diversi colpi al viso della mamma, 47 anni, tant'è che la donna è stata trovata sanguinante dai poliziotti; poi avrebbe provato a ucciderla lanciandola nel vuoto.

Provvidenziale la segnalazione dei vicini. Mentre qualcuno cercava di distrarre il ragazzo, i poliziotti sono riusciti a entrare nell’abitazione. Il quadro che si sono trovati davanti è agghiacciante: la donna, copiosamente sanguinante, era tremante di paura e con diverse fratture a naso e zigomi. Gli agenti l'hanno salvata, mentre il figlio è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio.

All'origine del gesto, spiegano alcuni vicini, la separazione tra padre e madre mai accettata dal figlio. Il 25enne avrebbe provato sia con le buone che con le cattive a convincere la donna a riallacciare i rapporti con il marito. Per la 47enne, soccorsa dal personale del 118 e portata in ospedale, i medici hanno stabilito una prognosi di almeno 30 giorni.