Sembra quasi la scena di un film americano: due banditi tentano la rapina in casa, ma il campione di judo li concia per le feste. È la pittoresca storia raccontata da Il Tirreno. A Prato due malviventi hanno cercato di far irruzione nell'appartamento di un'anziana in via Torino 25 al Soccorso. Ma, a quanto pare, non avevano fatto i conti con gli altri conviventi dell'anziana ucraina: infatti insieme alla donna vivevano anche la figlia, il marito della figlia e il loro figlio di 10 anni.

Si dà il caso che il marito della figlia, un ucraino decisamente atletico, fosse un ex campione di judo. E così quando i due rapinatori sono entrati nella casa si sono trovati di fronte il loro prossimo "aguzzino", che in poche mosse ha massacrato di botte uno dei due, costringendo l'altro a darsi alla fuga per evitare di fare la stessa fine.

Il fatto tragicomico è accaduto intorno alle 9.30 di ieri. Il bandito catturato, un napoletano di 45 anni già noto alle forze dell'ordine, è stato ricoverato in ospedale e piantonato per alcune ore dalla polizia prima delle dimissioni e del trasferimento nel carcere della Dogana.