Un uomo si suicida sparandosi alla testa. Il gesto estremo sarebbe da ricondurre a dei problemi di lavoro. È morto così, al culmine di un dramma, un vigilante della Mondialpol nella zona industriale di Termini Imerese, in provincia di Palermo. La vittima, 37 anni, viveva da tempo a Trabia. Lascia la moglie e una figlia.

Come ricostruisce "BlogSicilia", l'uomo sarebbe arrivato in sede e con l'arma di ordinanza si è sparato un colpo alla tempia. Sono già in corso le indagini del Commissariato di Termini Imerese, che hanno sentito i colleghi di lavoro e anche i familiari per cercare di capire cosa abbia provocato la decisione di suicidarsi.