Ancora un terremoto in Sicilia. E la paura sale anche vertiginosamente, soprattutto sulla scorta di quanto avvenuto tre giorni fa. Se gli eventi sismici continuano a susseguirsi alla stregua degli ultimi due mesi, è fisiologico che la popolazione ne risenta dal punto di vista psicologico: senza girarci troppo attorno, il livello di panico resta alto.

La nuova scossa, stavolta di magnitudo 3.3, è stata registrata in mare, nello Stretto di Messina. Il sisma è stato rilevato dagli strumenti dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia nella notte, alle 2.38, a una distanza di circa 10 chilometri dalla costa di Giardini Naxos e a 11 da Taormina e e Letojanni, nel Messinese.

Il nuovo evento sismico è stato localizzato a una profondità di 8 chilometri. Impossibile dire se di terremoti ce ne saranno ancora: del resto anche gli esperti sono piuttosto diplomatici in materia.