Con il nuovo anno, tornano al Museo delle Marionette gli spettacoli quotidiani di opera dei pupi: appuntamento alla sala teatro il lunedì alle 11 e, da martedì a sabato, alle 17.
Proclamata nel 2001 dall’Unesco “Capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità”, l’opera dei pupi è il teatro delle marionette tradizionale siciliane risalente all’Ottocento. Con i suoi spettacoli coinvolgeva quotidianamente il pubblico in lunghi cicli incentrati sulle avventure dei paladini di Francia. Nella leggenda di Carlomagno, Orlando e Rinaldo, diversi temi si intrecciano intorno alla guerra dei Cristiani e dei Saraceni, provocando così una forte immedesimazione da parte del pubblico. Sulla scia di una tradizione bicentenaria, gli spettacoli messi in scena riproporranno alcuni dei principali episodi della “Storia dei paladini di Francia” di Giusto Lodico.

Biglietto: € 10 (intero) – € 8 (ridotto)

Torna anche – e con un grande classico rivisitato dai Fratelli Napoli – la rassegna di teatro di immagine per bambini Teatro al Museo.
Appuntamento domenica 19 gennaio alle 17.30 con Pinocchio, capolavoro della letteratura per ragazzi, romanzo di formazione ma anche racconto fantastico, che i celebri artisti adattano a una versione per pupi catanesi, e con una nuova riscrittura.
Nella fiaba di Collodi, infatti, si racconta che Pinocchio visita un teatrino di marionette, dove è molto ben accolto e fraternamente abbracciato da Arlecchino, da Pulcinella e da Rosaura.
Non sta scritto, però, di come il burattino capiti nel mezzo dell’opera dei pupi, incontrando re Carlo Magno, il servo siciliano Peppininu e i due fratelli Gatto e Volpe, soldati di corte pronti a tradire il loro imperatore per acquisire potere e denaro.
Una rappresentazione divertente e piena di brio, con attori, burattini e pupi.

Biglietto: € 10 (intero) – € 8 (ridotto)