TRAPANI – Un pensionato di 62 anni avrebbe pedinato continuamente una 15enne dando vita ad atteggiamenti esecrabili. L’avrebbe spiata all’uscita della scuola, l'avrebbe avvicinata in un supermercato facendole proposte indecenti, fino ad arrivare, addirittura, al palpeggiarla. I carabinieri hanno arrestato l’uomo, che avrebbe tormentato la ragazzina per un anno intero. L'accusa è di atti persecutori, violenza sessuale e atti sessuali in presenza di minorenne.

Le indagini sono iniziate lo scorso gennaio, dopo un intervento di una pattuglia per una lite in strada. In quell’occasione il padre della vittima aveva avuto un diverbio con il presunto molestatore, accusandolo di perseguitare da tempo la propria figlia. I carabinieri hanno raccolto numerosi indizi nei confronti dell’arrestato, che più volte avrebbe molestato la ragazzina. La vittima viveva ormai nell’ansia e nella paura.

In un'occasione, l’uomo avrebbe compiuto atti sessuali all’interno della sua auto affinché la giovane assistesse. In un’altra circostanza l'"orco" sarebbe arrivato perfino a bloccare la ragazzina e a palparle le parti intime.

Il 62enne adesso si trova ai domiciliari.