Buone notizie per gli amanti del classico espresso: circa tre tazzine di caffè al giorno proteggono dalla demenza. Questa è la conclusione cui è arrivato uno studio pubblicato sulla rivista The Journals of Gerontology, Series A: Biological Sciences and Medical Sciences, che ha visto coinvolte quasi 6.500 donne ove 65. La quantità di caffeina di cui si parla è circa 261 milligrammi.

Questa ricerca è unica nel suo genere, poiché consente di analizzare a lungo termine il consumo di caffè e l'incidenza della demenza senile su un campione molto ampio. In passato è già stata dimostrata la proprietà del caffè nel potenziare la memoria a lungo termine. Rielaborando i dati raccolti, i ricercatori hanno calcolato che, rispetto a chi consuma non più di 64 milligrammi di caffeina al giorno (grossomodo un espresso), quelli che ne consumano 261 milligrammi al dì (pari a 3 tazzine di espresso o due di moka) presentano un rischio di ammalarsi di demenza o di deficit cognitivo ridotto del 36%.