Troppa neve in Sicilia, e si fa ancora la conta dei danni. Il settore vivaistico del Catanese è in ginocchio a causa dell'eccezionale ondata di gelo. Per questo Confvivai ha chiesto alla regione la proclamazione dello stato di calamità. In provincia di Catania, in particolare, la neve ha causato il crollo di molte strutture, mentre fuori dalle serre si registra la perdita di tutto il prodotto coltivato.

Inoltre la fascia jonica viene da un lungo periodo di piogge alluvionali seguite da venti eccezionali; nella zona di Fiumefreddo, nello specifico, hanno divelto serre e distrutto le coltivazioni sottostanti. In più si è ridotta del 40% la commercializzazione delle essenze fiorite prodotte per il periodo prenatalizio, con la diretta conseguenza che diverse aziende sono cadute in ambasce finanziarie.