Ci sono due navi greche a sette metri di profondità nel mare di Gela, in provincia di Caltanissetta. Anfore, elmetti, lingotti di oricalco emergono spesso nello specchio d'acqua, di fronte alla spiaggia di Bulala. Ma non ci sono i soldi per recuperarli, e i predoni corrono a trafugare i tesori dell'antichità. Un caso molto, molto particolare, che "Repubblica" ha declinato in un servizio.

IL SERVIZIO DI "REPUBBLICA":