AGRIGENTO – Valle dei Templi, mistero risolto. "Spoliato già nell’antichità", scrive testualmente il "Giornale di Sicilia". Già, perché il teatro era una vera cava a cielo aperto ed era molto comodo ricavare da lì, i blocchi di tufo necessari per costruire la città.

Gli archeologi che stanno lavorando alla scavo che interessa il teatro ellenistico di Agrigento sono certi: la cavea fu depredata più volte e se ne sono ritrovate le tracce.

Oggi pomeriggio, in particolare, nella sede del Parco della Valle dei Templi sono in corso di presentazione i risultati delle recenti ricerche archeologiche sul teatro di Agrigento. Previsto l'intervento del direttore del Parco Giuseppe Parello, del responsabile dell’U.O. 6 Beni Archeologici Carmelo Bennardo.

In più spazio per le conclusioni scientifiche degli archeologi del Parco Valentina Caminneci, Maria Concetta Parello, Maria Serena Rizzo e il docente dell’Università catanese, Luigi Caliò.