vaneddraA Canicattì (AG) il tratto finale di Via Duca degli Abruzi è formato dalla cosidetta "Vaneddra di l'incantisimi". cioè la strada degli spiriti.Stretta tra il muro di cinta dell'antico chiostro della Badia e la parete dell'altura rocciosa su cui sorge il palazzo La Lomia, non porta segni di abitazione alcuna o di vivente aspetto, nè a destra nè a sinistra, sicchè nella solitudine e nell'oscurità della notte non c'era nel passato chi sfuggisse ai terrori di allucinanti visioni di indefinibili fantasmi. E' i racconti dettagliati di apparizioni di spiriti, che alcuni di più accesa fantasia facevano, diffondevano maggiormente la paura, tanto che anche i più ardimentosi, calate le tenebre della sera, s i guardavano bene nel passarvi.