Il 34enne marocchino Belkamoun Mohamed è stato rimpatriato dalla sezione antiterrorismo della Digos di Catania, in quanto ritenuto soggetto particolarmente pericoloso e violento. L'uomo era stato arrestato lo scorso 6 marzo per violenza, minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, oltre che per porto di armi od oggetti atti a offendere: aveva aggredito, con calci e pugni, il personale di polizia in servizio presso il corpo di guardi dell'ufficio immigrazione, minacciando gli agenti di "tagliargli la gola e di farli saltare tutti in aria".

La pericolosità del 34enne è stata evidenziata anche dalle autorità diplomatiche marocchine in Italia, che hanno agevolato l'iter del rimpatrio dello straniero. Belkamoun Mohamed era sposato fittiziamente con una cittadina italiana e aveva precedenti per violazione di domicilio, danneggiamento, furto e uso di stupefacenti.