Niente più vino che sa di tappo. A quanto pare sarà possibile grazie a uno speciale tappo Amorim, azienda tra le maggiori produttrici di tappi di sughero. La novità rivoluzionaria si deve all’individuazione di una modalità di screening ad alta precisione dei singoli tappi di sughero che consente di eliminare quelli contaminati da TCA (tricloroanisolo, la molecola responsabile dell’infausto aroma) prima che entrino nella catena produttiva. 

NDtech, la tecnologia di controllo qualità individuale realizzata da Amorim e in via di certificazione a livello internazionale, consente una cromatografia rapida senza precedenti, che riesce ad analizzare ogni singolo pezzo in pochi secondi, mentre finora le macchine utilizzate per i controlli potevan  garantire sì un esame gascromatografico accurato, ma di durata fino a 14 minuti, rendendo impossibile l’utilizzo sulle linee di produzione.

Oggi grazie alla nuova tecnologia si riesce a rilevare la presenza di una molecola con un grado di 0,5 nanogrammi di TCA per litro (parti per trilione). Un livello di precisione piuttosto stupefacente, se si considera che la soglia di rilevamento di 0,5 nanogrammi/litro è l’equivalente di una goccia d’acqua in 800 piscine olimpioniche. I nuovi tappi sicuri saranno in vendita immediatamente in sei paesi: Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Usa e Germania.