Notte da incubo per tre turiste romane in vacanza in Sicilia: mentre dormivano in tenda a Punta Secca, nel territorio di Santa Croce Camerina, in quella che è diventata famosa come la spiaggia di Montalbano, un maniaco si è intrufolato all'interno. Secondo la ricostruzione della Squadra Mobile di Ragusa, l'uomo, un tunisino dell'età di 33 anni di nome Abdelkarim Elmnacer, sarebbe entrato nella tende mentre le turiste dormivano, palpeggiando una di loro.

Appena sveglia, la ragazza si è ritrovata l'uomo addosso, che le ha strappato i vestiti di dosso. Le tre sono riuscite a mettere in fuga l'aggressore dopo una furibonda lite, grazie anche all'aiuto di due venditori ambulanti del Bangladesh che sono interventuti dopo aver sentito le loro urla. Gli agenti della Squadra mobile sono intervenuti immediatamenti ed in meno di 6 ore il tunisino è stato individuato in un casolare abbandonato, mentre stava preparando le valigie per darsi alla fuga.

Di fronte agli investigatori, si è giustificato così: Non so cosa ho combinato, ero ubriaco ed avendo visto che mi davate la caccia volevo scappare via". Al termine di una serie di domande, l'uomo è crollato ed è stato rinchiuso nel carcere di Ragusa. Molto frequentata soprattutto di giorno, la spiaggia di Montalbano è un luogo solitamente tranquillo: è la prima volta che si registra un episodio del genere. Nonostante l'episodio, le tre turiste hanno deciso di continuare la loro vacanza in Sicilia.