Winnie the Pooh censurato sui social cinesi. Il celebre cartone animato è stato censurato su tutti i social media cinesi, dove è stata bloccata la pubblicazione di post e messaggi che ne includessero il nome. Come scrive il Financial Times, la censura ha colpito Winnie the Pooh sull'equivalente di Twitter in cinese, Sina Weibo.

Anche se non sono state fornite motivazioni ufficiali, molti osservatori sono convinti del fatto che il problema sia sorto con i numerosi paragoni tra l'orsetto e il presidente cinese Xi Jinping, diventati virali sulle piattaforme social, come l'immagine che ritrae il presidente cinese insieme a Barack Obama.