Dylan McWilliams ha appena 20 anni, ma ne ha già passate paerecchie. Ultima, in ordine cronologico, lo scorso 19 aprile, quando si è ritrovato faccia a faccia con uno squalo tigre mentre faceva surf alle Hawaii. Come raccontato dalla Bbc, in passato è già scampato all'aggressione di un orso e al morso velenoso di un serpente a sonagli.

Appassionato di vita all'aria aperta, vive in giro tra Stati Uniti e Canada. Nel luglio del 2017 stava tenendo un corso di sopravvivenza in un campeggio in Colorado e, alle 4 del mattino, si è ritrovato con la testa nelle fauci di un orso bruno: "Mi ha afferrato per la parte posteriore del capo e io l'ho colpito sull'occhio fino a quando non mi ha lasciato andare", ha raccontato.

Se l'è cavata con 9 punti di sutura alla testa. Ancora prima, nel 2015, è stato attaccato da un serpente a sonagli. Pochi giorni fa, invece, stava nuotando nelle acque cristalline dell'isola di Kauai, quando si è accorto di avere uno squalo tigre sotto di sé.  "È stato folle sembra che io abbia una specie di fortuna nell'uscire da situazioni sfortunate", ha commentato Dylan.

Anche in questo caso, ha rimediato solo pochi punti di sutura alla gamba. "Non incolpo lo squalo, non incolpo l'orso, e non incolpo il serpente a sonagli. Dobbiamo sempre rispettare i confini degli animali, anche se non penso di aver invaso o provocato nessuno degli attacchi”, ha detto, per concludere.