25 APRILE, a Palermo undici giornate dedicate al 70esimo della Liberazione. La città di Palermo ricorderà la Resistenza e la liberazione dal nazifascismo con una serie di iniziative che sono state presentate oggi a Palazzo delle Aquile. Il primo appuntamento è fissato per giovedì 9, alle 18.30, presso il Palermo Youth Center – Circolo Arci, con la presentazione del libro a fumetti "Festa d'Aprile", storie partigiane scritte e disegnate a cura di Leo Magliacano e Tiziano Riverso, autori, tra gli altri, Mario Airaghi, Mauro Biani e Giuseppe Ciarallo.
L'evento conclusivo sarà invece il 25 con la tradizionale deposizione di una corona di fiori al Giardino Inglese e con un corteo che si snoderà fino al Teatro Massimo.

"Quest'anno, aprile sarà il mese della Liberazione – ha detto il sindaco Leoluca Orlando – Ricorderemo i 70 anni della Liberazione dal nazifascismo e l'importante contributo di tutti i siciliani e coglieremo, inoltre, quest'occasione per ricordare anche la liberazione dalla mafia". Il sindaco ha sottolineato che così come "l'elezione di Sandro Pertini ha fatto comprendere che la Resistenza non apparteneva solo ad una parte politica, allo stesso modo l'elezione alla presidenza della Repubblica di Sergio Mattarella, ha fatto comprendere agli italiani che la lotta di liberazione dalla mafia non è solo una questione provinciale, ma che appartiene alla storia nazionale".

Alcuni degli appuntamenti, organizzati con la collaborazione dell'Anpi e di altre associazioni, si svolgeranno a Palazzo Cefalà, sede della Consulta delle Culture. "In questi anni – ha precisato l'assessore comunale alla Partecipazione Giusto Catania – l'amministrazione comunale ha contribuito a ricostruire la memoria collettiva della città, ricordando il movimento dei fasci dei lavoratori, la strage del pane, la rivolta dell'8 luglio 1960, l'eccidio di Giovanni Orcel. Una memoria, spesso dimenticata, all'insegna della giustizia sociale e della democrazia".