State pensando di prendere un cucciolo per restituirgli tutto il vostro amore?
 

Se avete fatto bene i conti e avete ponderato il tipo di impegno che ne consegue dalla scelta di adottare un cane, non vi resta che scegliere la razza. Spesso in merito alle scelte delle razze per i cani da appartamento o cani da salotto, si è un po' egoisti, perché invece di pensare a loro, si pensa ai gusti personali. Queste scelte purtroppo sono quelle più infelici, che vedono in sostanza cani di grosse taglie, dentro piccoli appartamenti. Regola n.1 quando si parla di razze di cani da appartamento, si deve necessariamente parlare di cani di piccola taglia.

Ecco le 4 razze da appartamento perfette

1.   Il Chihuahua (Chiwawa)

E' il cane più piccolo del mondo, state attenti a non schiacciarlo quando lo avrete a casa. E' molto allegro e paradossalmente molto protettivo e geloso del suo padroncino. Pensate che il Chiwawa è uno dei cani più antichi del mondo, di origine messicana è arrivato in Europa, solo dopo la seconda guerra mondiale. E' il cane adatto ad un padrone che magari spesso si trova in viaggio di piacere o di lavoro, perché può vivere comodamente come un gatto, con la sua lettiera per i bisogni e i suoi spazi nelle borse.

 

 

2. Il Carlino

Il Carlino è l'esempio in miniatura del classico dogo. Da sempre apprezzato dai principi e dai reali, ha il fascino di un cane di grosse dimensioni e la comodità di un cane di piccola taglia. Sono cani molto socievoli, non si fermano un istante e di rado fanno sentire la propria voce. Sono tanti infatti i padroncini perplessi nel non sentire abbaiare il loro cane, ma nei Carlini, è davvero tutto molto normale. Adatto di sicuro ad una persona che non ama lo sport e le lunghe passeggiate perché anche lui conduce una vita molto sedentaria.

 

3. Il Bulldog francese

Chi conosce questa razza, sa già di cosa stiamo parlando. E' il cane più gentile e al contempo intelligente che un uomo possa scegliere. E' discreto ed educato, tenero giocherellone e perfetto sia per i bambini che per gli anziani. Sa starsene in silenzio a guardare e nonostante i suoi antenati furono degli ottimi predatori, da parte sua può trapelare solo grande amore. Entra in completa simbiosi con il padrone, talmente tanto che quasi si dimentica di essere un cane e pertanto può diventare distratto come l'uomo. Per questo è importante proteggerlo dai pericoli quitidiani.

 

4. Il Pechinese

Noi non sappiamo se è vera la leggenda sul suo conto, ma si narra che il Pechinese nasce dall'incrocio fra di un leone e una scimmia. Pertanto si dice che del leone ha eridato il coraggio e la fierezza, della scimmia invece l'intelligenza e la capacità d'amare.

Si parla del pechinese già 4.000 anni fa, su di un bronzo coreano. Il suo carattere è molto schivo ed è adatto ad un padrone che non si manifesta con coccole e dolcezze. E' un cane fiero che a stento ama manifestare la sua fedeltà al padroncino, quando però desidera le coccole, è il primo ad esiggerle.