Giallo al porto di Sciacca: il corpo senza vita di un palermitano, Antonino Mazzucco, 64 anni, è stato trovato in mare ieri, alle prime luci dell'alba. A fare la macabra scoperta, gli uomini dell'ufficio Circondariale Marittimo. Un amico dell'uomo, che stava pescando con lui, ha chiamato i soccorsi: si era allontanato per alcune ore e al ritorno avrebbe trovato la strumentazione da pesca incustodita, ma nessuna traccia dell'amico.

Una volta lanciato l'allarme, sono giunti sul posto gli uomini della Capitaneria che, dai primi accertamenti, hanno dedotto che il 64enne potesse essere caduto in acqua mentre era intento ad attraversare alcuni motopesca ormeggiati 'a pacchetto'. La motovedetta della Capitanieria ha trovato e recuperato l'uomo, ma per lui non c'era più nulla da fare.

I sanitari del 118, arrivati sulla banchina, hanno soltanto potuto constatarne il decesso. Dall'ispezione cadaverica sulla salma non sono emersi segni di violenza. Al momento l'ipotesi più accreditata resta quella di un malore (secondo quanto raccontato dai familiari, Mazzucco era affetto da patologie cardiovascolari), ma non si esclude neanche l'incidente.