"Superare la crisi economica che sta vivendo la Sicilia con misure straordinarie di incentivazione per nuove assunzioni di giovani laureati". Il gruppo del PD all'Ars ha pronto un disegno di legge: incentivi per 800 euro mensili per ogni singolo nuovo assunto, in possesso di diploma di laurea, nelle aziende e nelle imprese siciliane. Del resto Palermo attualmente è prima nella classifica delle città più colpite dal fenomeno delle migrazioni dei suoi cittadini. E la previsione 2010/2050 è ancora più scoraggiante: -152 mila persone. 

"Propongo incentivi per 800 euro mensili per ogni singolo nuovo assunto, in possesso di diploma di laurea, nelle aziende. Con una dotazione di 11,5 milioni di euro, per la quale ho avuto l’assenso del presidente Rosario Crocetta e dell’assessore al Bilancio Alessandro Baccei, prevediamo l’assunzione di 1.200 laureati con contratti full time e part time. L’unica condizione per accedere al beneficio da parte delle imprese è quella di puntare alla modernizzazione del processo produttivo e all'innovazione. Il beneficio sarà esteso a 36 mesi e varrà sia per il personale in possesso di laurea magistrale che per quello con laurea triennale", dice il deputato regionale Gianfranco Vullo.

"Sono certo che dal varo di questa legge si possa invertire un trend che porta un numero sempre maggiore di giovani laureati che lasciano la Sicilia per trovare un’occupazione affine alla propria specializzazione fuori dal territorio isolano", conclude Vullo.