REALMONTE – Una storia a lieto fine che porta con sé la voglia di credere agli angeli custodi. Voi ci credete?

La notizia è apparsa solamente oggi sulle testate giornalistiche locali e racconta di una vicenda che ha interessato due bambini di 8 e 10 anni. I due stavano facendo un bagno nel mare di Lido Rossello, quando ad un tratto si sono trovati in difficoltà per via delle onde del mare, ad un tratto ingrossate.

Da lontano, un poliziotto non in servizio, un angelo custode forse, in spiaggia con la propria famiglia, ha notato i due bambini allontanarsi ed ha intuito quello che da lì a breve, sarebbe potuto accadere: l'annegamento.

Il mare si era agitato quasi istantaneamente e così l'uomo non ci ha pensato un istante e, non curante delle condizioni marittime, si è tuffato per andare a recuperare i due malcapitati. Altre persone insieme a lui, si sono resi disponibili per il soccorso, hanno agganciato i due bambini evitando loro di urtare terribilmente contro gli scogli. 

Dalla spiaggia la famiglia del poliziotto, così come la famiglia dei due bambini, non hanno potuto contenere le urla, la gioia e il riconoscimento nei confronti di quell'uomo che infine è riuscito a far appoggiare le due piccole vittime, su di un pedalò. 

In seguito l'uomo li ha condotti sulla battigia fra l'acclamazione delle persone che, increduli, hanno assistito ad un salvataggio degno di plauso finale. L'uomo, il poliziotto eroe, ha preferito non rendere noto il suo nome.

Perché ciò che importa è che i bambini adesso, passato lo spavento, stiano bene, con la consapevolezza che da qualche parte, un angelo custode, gli ha salvato la vita!