In tempi di crisi anche le tradizionali vacanze a Ferragosto devono adeguarsi alle esigenze economiche. Ecco, quindi, che le abitudini dei viaggiatori siciliani si sono modificate: a spiegarlo, sono proprio gli operatori delle agenzie di viaggi dell'Isola, sulle pagine del Giornale di Sicilia, che forniscono alcune indicazioni sui programmi dei siciliani per la prossima settimana. 

Sempre meno richiesta la classica settimana di soggiorno, si preferisce rimanere fuori per 4 o 5 giorni: dato che i soggiorni brevi sono diventati molto richiesti, tour operator ed albergatori si sono quindi adeguati a loro volta, con proposte più specifiche. Non si può dire che manchi la voglia di partire per le vacanze a Ferragosto e tra le mete più gettonate sono le località balneari. Le più richieste tra le città siciliane sono Siracusa, Ragusa e Messina, non soltanto dagli abitanti dell'Isola, ma anche dagli stranieri. 

Ad attirare i visitatori, le spiagge più rinomate, ma c'è un altro interessante dato registrato dai tour operator, relativo alle loro richieste: non solo mare, ma anche voglia di escursioni e di visite nei musei. Accanto a Siracusa, Ragusa e Messina, i litorali del Trapanese e del Catanese rientrano nelle preferenze dei viaggiatori. Non passano mai di moda le crociere, che continuano ad essere richieste anche in questo periodo. In alcuni casi, inoltre, la necessità di spendere meno non ha escluso la possibilità di un viaggio all'estero: soprattutto i più previdenti, che hanno prenotato in anticipo, hanno potuto approfittare di prezzi convenienti. Spagna, Croazia, Grecia, Bulgaria e Tunisia sono, secondo quanto dichiarato dai tour operator, le località estere preferite dai siciliani.

Accanto ai dati più o meno ufficiali, bisogna comunque ricordare che molti viaggiatori preferiscono le organizzazioni fai-da-te, ricercando in rete le offerte più convenienti e programmando le proprie vacanze di Ferragosto da soli (a tal proposito, qui trovate una guida per organizzare le vacanze su internet). Non dimentichiamo, inoltre, che le tradizionali feste in spiaggia (con annessi falò – laddove consentiti), a "pochi passi" da casa, non perderanno mai il loro fascino!