Attimi di paura ieri pomeriggio ad Aci Castello, quando un uomo dell'età di 47 anni, "in stato di alterazione psicofisica, dovuto probabilmente all'abuso di alcol" (almeno secondo quanto ipotizzato dai carabinieri) si è presentato in Municipio. L'uomo, una volta arrivato alla stanza del sindaco, ha minacciato quest'ultimo urlando «Taglierò la testa a te e tuo fratello se non sistemi la strada davanti casa mia». Filippo Drago, il primo cittadino, ha cercato di calmarlo e ascoltarlo, con grande freddezza.

La ragione di quelle minacce sono alcune buche nella strada davanti casa. In un primo momento, è sembrato che il sindaco fosse riuscito a calmarlo, ma l'uomo è tornato alla carica, diventando sempre più minaccioso, nonostante fossero intervenuti alcuni vigili urbani (contro i quali si è scagliato).

Si è tornati alla normalità in seguito all'intervento di alcuni carabinieri e del comandante, allertati da alcuni dipendenti comunali, che hanno ammanettato l'uomo e l'hanno tratto in camera di sicurezza. Dovrà rispondere di minacce, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.